26 gennaio 2015

Sabato 24 gennaio 2015 si è svolta la cerimonia di consegna delle Borse di Studio Universitario promosse da Camst. Dieci i vincitori di questa prima edizione, dei giovani brillanti con storie di successo ottenuto grazie a impegno, passione e sacrificio: Edoardo Bucci, Silvia Camarri, Mattia Casadei, Daniele Cenci, Anja Habus, Alessio Lucca, Mirko Monti, Irene Pozzetto, Giulia Puggioli, Monica Santi.

Al primo bando indetto da Camst per l’assegnazione di dieci Borse di Studio Universitario per merito del valore di mille euro ciascuna, hanno partecipato studenti, figli dei soci lavoratori della cooperativa, provenienti da tutte le regioni d’Italia.

Questa non è l’unica iniziativa a favore degli studenti universitari pensate da Camst. Da oltre trent’anni, infatti, l’azienda accorda dei contributi a figli dei soci dei lavoratori iscritti all’Università e ai soci lavoratori stessi che studiano. Quest’anno sono stati 140 i bonus assegnati per un valore variabile tra i 200 e i 300 euro ciascuno.

Nel corso della cerimonia di premiazione sono intervenuti: Antonella Pasquariello (Presidente Camst), Marco Minella (Segretario Generale Camst) e Roberto Grandi (docente dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna e direttore del Master in Marketing, Communication and New Media presso la Bologna Business School).

La Presidente di Camst, Antonella Pasquariello ha dichiarato: “Pensate al futuro che vi aspetta, pensate a quello che potete fare, e non temete niente. Abbiamo scelto questa frase di Rita Levi Montalcini perché meglio di ogni altra è in grado di rappresentare lo spirito di questo progetto. In questa frase, infatti, sono sintetizzati valori importanti come il futuro, il merito e il coraggio, valori ben presenti nelle storie di questi ragazzi, figli dei nostri soci lavoratori, ma soprattutto portatori di speranza e fiducia nel futuro del nostro Paese. Futuro, merito e coraggio sono inoltre valori che ben rappresentano l’identità della nostra cooperativa, che quest’anno festeggia il suo 70° anniversario dalla fondazione”.

Il Prof. Roberto Grandi, intervenuto alla cerimonia, ha dichiarato: “Questa iniziativa è ancora più significativa se la collochiamo nel contesto italiano caratterizzato da un calo delle immatricolazioni all’università dal 2003 ad oggi del 20%, con immatricolazioni che interessano solo 3 diciannovenni su dieci. Estremamente ridotto è anche il numero di laureati nella fascia di età 25-34: 21% in Italia contro il 39% tra i paesi Ocse. A questo quadro negativo corrispondono alcuni segni incoraggianti tra i quali il minor numero di anni impiegati per raggiungere la laurea e una maggiore apertura al rapporto con le imprese sia a livello di tirocini sia a livello di progettualità più ampie.”
 

Vai all'archivio news »

Le nostre società

Logo GI - Gastronomia Italiana
Logo Day - Servizio Buoni Pasto
Logo Gerist Ricevimenti
Logo Bassa Romagna Catering
Logo Due Castelli Ristorazione
Logo Matilde Ristorazione
Logo L & D: Über L & D